LA SPOSA BLU

una fiaba per una nuova creazione

foto Daniele Rizzo

ideazione, regia, interpretazione Silvia Battaglio progetto in collaborazione con Istituto per i Beni Marionettistici e il Teatro Popolare, Stalker Teatro/Officine CAOS, Teatro19/Metamorfosi Festival, Gruppo Abele ulteriori collaborazioni e coproduzioni in via di definizione liberamente ispirato alle fiabe Barbablù (C. Perrault), Il naso d’Argento (I. Calvino)

Studio fotografico per la costruzione della nuova creazione ispirata al mondo della fiaba, con particolare attenzione alla favola di Barbablù e all'analisi degli archetipi in essa contenuti. Storia animata dai corpi delle marionette-spose che, insieme all'attrice, dialogano, danzano, cantano, per costruire le trame di un racconto onirico - ma al contempo realistico e attuale - che vuole parlare d'amore, di potere, e soprattutto, di liberazione.

Ecco a te mia sposa, queste son le chiavi del guardaroba, queste quelle degli armadi in cui tengo l’oro e l’argento, queste le chiavi della cantina dove troverai i cibi migliori, queste son quelle dello scrigno in cui conservo il denaro, questa infine apre la porta dello stanzino segreto in fondo al corridoio, puoi andare dove vuoi, aprire tutte le porte che desideri, ma quello stanzino deve rimanere sempre chiuso, bada bene che se dovessi aprirlo…..

copyright S. Battaglio | all rights reserved